TERREinMOTO
la rete milanese dei mercati agricoli e delle autoproduzioni
TERREinMOTO al CLIMATE CAMP 2012
Categories: General
Climate camp 012: Uscire da Expo, Fermare la Tem!
da giovedì 7 a domenica 10 giugno 2012
Cascina Bragosa – Gorgonzola
E’ passato un anno dal primo climate camp milanese. Un anno che ha acuito le contraddizioni di uno sviluppo economico neoliberista ai tempi della peggiore crisi degli ultimi decenni. Anche per questo le ragioni che portarono alla nascita dei climate camp in tutto il mondo, e le pratiche messe in atto, si sono rafforzate e legittimate. Un climate camp lavora per riscoprire i saperi antichi, si rafforza con un uso accorto della scienza e della tecnologia, cerca stili di vita sostenibili. In poche parole, guarda a un futuro che abbraccia tutti. Un futuro che riduca quella componente di precarietà che da anni si è radicata in ognuno di noi.
Il climate camp No EXPO No TEM 2012 sarà una tre giorni autorganizzata di condivisione di saperi e pratiche per la difesa della terra bene comune. Il tema portante saranno le cosiddette grandi opere analizzate in ottica critica e le connessioni che queste hanno con la speculazione finanziaria, l’economia reale, la mobilità e la vita quotidiana; da qui la scelta di svolgere le attività direttamente sul tracciato della futura TEM (Tangenziale est Esterna Milanese), esempio di infrastruttura che si legittima in virtù di previsioni e analisi che hanno radici nello stesso modello economico che ci ha portato alla crisi attuale e che legittima altre opere collegate in un climax parossistico che ha EXPO 2015 al suo vertice. Solo infrangendo il dogma che vede nelle grandi opere il volàno per l’economia riusciremo a formulare nuove proposte e a incontrare i bisogni di chi vive i territori. Anche per questo il climate camp ai tempi e nei luoghi del No TEM, tra il Naviglio Martesana e il Canale Villoresi, sarà un momento allo stesso tempo di resistenza e di nuove proposte, in cui, dal campeggio gratuito ai pranzi e cene a prezzi popolari, dalla visibilità data ai produttori minacciati da espropri con il mercato dei loro prodotti ai momenti formativi e di svago, dall’autoproduzione energetica alle pedalate durante le critical mass tra i paesi limitrofi, tutto converge verso un unico assioma: la terra è un bene comune da salvaguardare.
Climate camp No EXPO No TEM 2015
programma completo e contatti su www.inventati.org/climatecamp

Leave a Reply